Alla scoperta della costa ionica salentina

Il nostro viaggio virtuale oggi ci porterà alla scoperta di una delle coste più belle del Salento, quella ionica, in un tour con partenza da Porto Cesareo e arrivo a Santa Maria di Leuca. La costa ionica salentina è prevalentemente di tipo sabbioso, questo ha favorito il sorgere di numerose località turistiche, che permettono al turista di godere dello splendido mare e del caldo sole estivo.

Partendo da Punta Prosciutto, nei pressi di Porto Cesareo, la costa si presenta già incantevole e incontaminata: un piccolo assaggio dello splendore di tutto il litorale.
Scendendo più giù si incontra prima Riva degli Angeli, una spiaggia sempre sabbiosa e dorata, racchiusa in un abbraccio sicuro di dune e poi Torre Lapillo con la sua sabbia bianchissima, le sue piccole colonie di scogli e le viuzze che sbucano direttamente sulla spiaggia.

Attraversando SantIsidoro farete sicuramente una golosa scorpacciata di pesce (questo è uno dei tratti di costa più ricchi di pesce) prima di raggiungere Torre Inserraglio e godervi il sole in perfetto anonimato in una delle tantissime piccole insenature e calette di cui si compone la costa.

Proseguendo il nostro cammino approdiamo a Portoselvaggio un parco naturalistico in cui la natura si fa impervia nelle sue coste alte e rocciose e nella natura selvaggia e incontaminata, la baia è raggiungibile esclusivamente a piedi, attraversando un bosco, lo sforzo verrà senz’altro premiato alla scoperta di questa spettacolare insenatura che si estende da Torre dell’Alto a Torre Uluzzo.

Santa Caterina a questo punto è proprio dietro l’angolo con le sue piccole spiagge di sabbia incastonate in un tratto di costa bassa ma rocciosissima. Attaccata a Santa Caterina sorge Santa Maria al Bagno e la frequentatissima località Lido Quattro Colonne.

Le marine di Lido Conchiglie e Rivabella ci dicono che oramai sia nei pressi del complesso turistico di Gallipoli: la costa, bassa e rocciosa di Torre Sabea si inarca e ci regala il primo stralcio del  suggestivo panorama gallipolino. La costa, a questo punto diventa completamente sabbiosa con spiagge molto grandi che si estendono a perdita d’occhio fino alla caratteristica Punta della Montagna Spaccata.

Gallipoli e le sue spiagge di Baia Verde, non hanno certo bisogno di presentazioni.
Torre del Pizzo invece è un’ampia baia quasi tutta sabbiosa, racchiusa da un lungo tratto di bassa roccia che si tuffa in mare e crea un’insenatura dove il mare è sempre calmo e tranquillo.

Marina di Mancaversa, Torre Suda,  Posto Racale e Capilungo sono un tutt’uno di ampie distese di sabbia, impossibile capire dove termina una ed inizia l’altra.

Puntando sempre più a sud, attraversiamo prima Torre San Giovanni un antichissimo borgo dove il mare è sempre calmo, limpido e cristallino, poi le marine di Torre Mozza, Lido Marini e Torre Pali, note per esser caratterizzate da distese di sabbia finissima di un perfetto colore dorato.
La caratteristica tipica di questo tratto di costa sono le secche sulle quali si racconta che naufragò parte della flotta di Pirro re dell’Epiro, un vero paradiso oggi per pescatori e subacquei.

Questo è senz’altro uno dei posti migliori per trascorrere una vacanza, siamo in posizione quasi centrale lungo la costa, e tutte le località sia ioniche che adriatiche da qui sono facilmente raggiungibili. Per godersi al massimo una vacanza in questa zona è necessario scegliere e prendere in affitto una delle tante case vacanze a Torre Pali e Pescoluse tanti , si tratta di strutture versatili, super accessoriate e dotate di tutti i confort e servizi, la soluzione ideale per non avere pensieri e dedicarsi solo alla scoperta delle bellezze della zona.
Il nostro viaggio è quasi terminato, Pescoluse è subito un po’ più giù, è una delle spiagge più grandi e lunghe di tutta la Puglia tanto da essersi guadagnato il soprannome di MalDive del Salento.
Torre Vado e Torre San Gregorio sono l’ultimo avamposto prima di Santa Maria di Leuca, due piccole località balneari, riservate prima di giungere al Capo più famoso d’Italia.

Buona spiaggia a tutti.