Resetta la password

Prenota Subito le tue Vacanze nel Salento

Torre San Gregorio: tra storia e mare

Procedendo verso l’estremo sud del Salento si giunge alla cittadina di Patù: un piccolo comune che comprende Felloniche e l’incantevole Torre San Gregorio. È un territorio che racconta storie di antiche popolazioni attraverso le suggestive macerie e le piccole rocche di epoca preromana.

Oggi Torre San Gregorio, da antico approdo messapico, si è trasformato in una meta turistica apprezzata da visitatori provenienti da tutta Italia e non solo. Una località viva e ricca di attrazioni, con terrazze sul mare dalle quali si affacciano ristoranti e lounge bar. Infatti, negli ultimi anni sono sorte un gran numero di attività ricettive che hanno reso Torre San Gregorio un’eccellenza dotata di ogni comfort.

Immagine
0
, / / Torre San Gregorio
9 ospiti / 3 camere / 50 metri dal Mare
Immagine
0
/ / Torre San Gregorio
5 ospiti / 2 camere / 100 mt circa dal Mare
Immagine
0
/ / Torre San Gregorio
14 ospiti / 5 camere / 50 mt circa dal Mare

Il patrimonio ambientale di questa località è inestimabile, infatti la marina di San Gregorio d’estate si anima di turisti. La costa è prevalentemente rocciosa, i fondali sono bassi e le acque sono così limpide che è possibile vedere piccoli pesci, molluschi e ricci di mare. In alcuni punti la costa rocciosa lascia spazio a distese di piccoli ciottoli bianchi, che rendono la spiaggia di facile accesso anche da parte dei bambini.

Torre San Gregorio, una località immersa nella natura e nelle radici del Salento, un territorio da visitare ed esplorare assolutamente. Non resta che partire alla scoperta di tutto ciò che il Salento può offrire!

Torre San Gregorio è una località balneare che fa parte del Comune di Patù (LE). È collocata in un territorio che offre storia, cultura, arte e fantastici litorali. Una meta perfetta per chi è alla ricerca di una vacanza all’insegna del dinamismo e della scoperta.

Torre San Gregorio e Patù: un po’ di storia

Patù attualmente corrisponde all’antica città di Vereto, la città fondata dai Messapi tra il VII e VI secolo a.C., e Torre San Gregorio era la zona portuale che in epoche remote era il fulcro commerciale di tutto il territorio salentino. Delle vestigia non restano che alcune testimonianze, reperti archeologici quali parti di vecchi edifici, resti di utensili e anfore nei fondali della zona portuale.

Di particolare interesse è la torre costiera dal quale deriva il nome della località. La torre costiera di San Gregorio è una delle numerose torri disseminate sulle coste salentine, edifici militari che hanno protetto questi territori dalle scorrerie di turchi e saraceni.

Patù, invece, è collocata nell’entroterra, all’estremo lembo del Capo di Leuca e dista 61 km da Lecce. È un delizioso paesino ricco di testimonianze storiche disseminate su tutto il territorio. Il monumento Centopietre è una struttura di epoca romana composta da cento pietre di tufo unite tra loro senza alcun legante. Il castello, invece, è un esempio di architettura militare del XV secolo: si tratta di una struttura di cui ormai restano solo alcune tracce: un torrione in parte crollato, parte del fossato e resti di pareti in pietra a secco. Altri gioielli architettonici sono gli edifici liturgici che costellano il centro. Si tratta di chiese e parrocchie costruite in diversi periodi storici, la più antica, la Chiesa di San Giovanni Evangelista, risale al X secolo.

Baia di San Gregorio: una Spiaggia da mozzare il fiato

Lungo il litorale che collega Torre Vado a Santa Maria di Leuca, si trova la splendida Baia di San Gregorio. La costa è perlopiù rocciosa e, procedendo verso la zona portuale, diventa bassa proprio nel punto in cui sorgeva il porto in età messapica. Tuttora è possibile intravedere nelle basse acque del porto antichi lastroni degli edifici eretti dai Messapi.

La natura verdeggiante incontaminata che circonda la zona costiera crea un suggestivo contrasto di colori con l’azzurro del mare, che in questa zona raggiunge tonalità particolarmente accese.

Eventi e gastronomia: Sagra della Sciuscella

Com’è noto la Puglia, e in particolare il Salento, si popolano di sagre durante i mesi estivi. Si tratta di eventi apprezzati da turisti e locali che rappresentano un punto di incontro tra tradizioni culinarie, cultura, musica e danza. Insomma, uno spettacolo da non perdere.

A Patù ogni anno nel mese di luglio si tiene la Sagra della Sciuscella. La protagonista è appunto la Sciuscella: un piatto tipico della tradizione contadina a base di farina, uova, formaggio ed erbette selvatiche. In occasione della sagra è possibile assaporare una gran varietà di pietanze tipiche prodotte con ingredienti a km 0. Un viaggio nei sapori di una cucina tipica accompagnato da ottimo vino e musica popolare che, insieme al cibo, diventa la protagonista della serata.

Come raggiungere Torre San Gregorio

Per raggiungere Torre San Gregorio è possibile atterrare all’Aeroporto di Brindisi o, in alternativa, prendere il treno fino alle stazioni di Lecce o Brindisi. Da lì si può noleggiare un’auto o proseguire il percorso con i treni regionali fino alla stazione di Presicce.

In automobile è possibile percorrere le tratte autostradali A14 o A16 in direzione Bari. Superato il capoluogo, procedere verso Gallipoli e infine percorrere la superstrada verso Santa Maria di Leuca seguendo le indicazioni per Patù.